1194
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1194,theme-brick,cookies-not-set,select-core-1.2.1,woocommerce-no-js,brick-theme-ver-3.2,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,vertical_menu_enabled,vertical_menu_left,vertical_menu_width_290,columns-4,type2,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive
 

Marketing Sociale per Musei

Il sociale ed il terzo settore

Marketing Sociale per Musei

Il museo del qui e ora non può trascurare le esigenze del pubblico generico e il suo stile di vita. Anche se sembra una follia, dovrebbe proporre a ogni visitatore un percorso soggettivo che contempli la sua soddisfazione ponendo in armonia progetto museologico, museografico, illuminotecnico, facility management e apparati tecnologici: nulla deve alterare il benessere del visitatore. Il Marketing Sociale cerca di risolvere questioni di interesse collettivo attraverso un cambiamento comportamentale individuale e di gruppo. I laboratori ludico-didattici per bambini, i laboratori per adolescenti, i laboratori per diversamente abili, quelli per bambini con problematicità, quelli per la terza età, quelli connessi alle VTS – Visual Thinking Strategies e quelli legati all’ambiente portano le persone a confrontarsi con se stesse e con gli altri producendo un’evoluzione nei comportamenti e nelle idee (stili di vita e di pensiero).