1196
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1196,theme-brick,cookies-not-set,select-core-1.2.1,woocommerce-no-js,brick-theme-ver-3.2,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,vertical_menu_enabled,vertical_menu_left,vertical_menu_width_290,columns-4,type2,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive
 

Marketing non convenzionale

The museum beyond the museum

Marketing non convenzionale

Il museo non può ideare una strategia basata solo sulla necessità di strappare più biglietti, ma deve andare oltre ponendo il visitatore al centro dell’attenzione, esaltando il suo stile di vita e occupandosi del suo benessere emotivo. In tutto questo, un ruolo determinante è occupato dalla tecnologia funzionale e dal marketing non convenzionale.

A ognuno il suo museo. Dopo aver profilato i pubblici, sono proprio le offerte culturali tailor made a coinvolgere ogni singolo segmento di persone stimolando una condivisione esperienziale ed emozionale unica. All’interno di una piattaforma esperienziale non convenzionale, il divertimento e la socializzazione diventano i propulsori che fidelizzano le persone creando bisogno ai loro desideri. Tra le offerte culturali più richieste: le attività didattiche ed educative, il racconto scenico, la visita guidata con performance teatrale, il food storytelling il living talk show, workshop e live performance. Il tutto misurando il Q.E. (Quoziente Emozionale) dei partecipanti per perfezionare l’offerta.